Luca Kyogen

08-2008-luca

Nipponista, attore, autore e compositore, Luca Moretti, da studente alla Facoltà di Studi Orientali dell’Università “Sapienza” di Roma, nel 2004 entra a far parte come membro fondatore della compagnia teatrale “Roma Kyogen Ichiza” diretta dal professor Masaru Sekine dell’Università Waseda di Tōkyō. Il grande successo porta la compagnia nei più prestigiosi teatri giapponesi tra cui il Teatro Nazionale di Nō di Tōkyō con l’opera “La vendetta dell’ubriacone” una pièce che per la prima volta fonde il kyōgen con la Commedia dell’arte. Nello stesso anno si laurea con la tesi “L’impostazione della voce nella formazione dell’attore di Kyōgen” (Relatrice: Prof.ssa Matilde Mastrangelo), puntando l’attenzione sulle tecniche recitative che da lì a poco avrebbe vissuto in prima persona.

Il 2005 vede la compagnia impegnata nella commedia “Pene d’amore”: il tour Giapponese si fa più vasto ed è proprio durante uno degli spettacoli che Luca entra nell’entourage del maestro Zenchiku Tadashige, iniziando un addestramento in puro stile kyōgen tradizionale.

Nel 2006 è insegnante del “Kyōgen workshop” all’istituto Giapponese di cultura di Roma affianco all’attore Zenchiku Tadaaki; allievo di kōdan, arte di declamazione tradizionale giapponese, sotto la guida del maestro Kanda Sanyō III.

Co-protagonista dell’opera “Itachi” (estratto video) del maestro Sekine, nel 2007 recita a fianco di maestri kyōgen del calibro di Zenchiku Jurō (tesoro nazionale vivente). Intanto in Italia fonda il gruppo musicale Misty Morning ricoprendo i ruoli di cantante, chitarrista e autore di testi e musiche. Nel 2008 entra nell’ensamble “Theatre Project Si” di Masaru Sekine portando in scena un riadattamento dell’Amleto (estratto video) che fonde kyōgen, lirica, musica folk e commedia dell’arte. Intanto l’etichetta indipendente inglese Doomanoid Records mette sotto contratto i Misty Morning, ristampando “Martian Pope”, il loro primo disco autoprodotto, che la band porterà successivamente in tour in Inghilterra e Irlanda.

Negli anni successivi è co-autore della colonna sonora di “Buddha Bentō”, produzione nippo-americana del regista Eric McEver, è protagonista di documentari della tv giapponese Nihon Terebi, incide il vinile “Saint Shroom” e l’album “GA.GA.R.IN.” per la casa discografica “Magick Science Records”, si occupa della traduzione e dell’adattamento lirico dell’opera giapponese “Lago di Montagna” e continua la sua ricerca nelle arti performative orientali.

Per Italo Kyogen Project ha preparato l’inedita “trilogia Kyogen in italiano” composta da “Il Cinghiale”, “Italo” e “Mille Coppe di Sakè” e le traduzioni e gli adattamenti delle opere Kyōgen di Komatsu Sakyō, padre della fantascienza giapponese, e Kyōgoku Natsuhiko, maestro indiscusso del paranormal mystery. Attualmente si sta occupando anche di narrativa con la pubblicazione del romanzo a puntate “La Confraternita dell’Infinito” nella rivista letteraria “Onnigrafo Magazine”.

Tra musica, teatro e passione per il Giappone.

Annunci