Ricordi dal Giappone – Lo Spettacolo allo Shonai Eigamura

Ero alla ricerca di materiale per il progetto Italo Kyogen e frugando nella libreria, tra scatoloni, schedari e raccoglitori, dove conservo tutte le cose attinenti al kyogen, mi sono imbattuto in questo:

original

e la mente è tornata a quel giorno magico che avrei davvero piacere di raccontarvi.

Finito uno degli estenuanti tour giapponesi con la Roma Kyogen Ichiza, il maestro Hadame Hiro mi invitò a partecipare ad una serata speciale allo Shonai Eigamura nella prefettura di Yamagata.

In soldoni, lo Shonai Eigamura è la Cinecittà del Giappone. Un’intera città che funge da set cinematografico per film d’epoca, di samurai e storici. Vi basterà una semplice ricerca su internet per vedere quanto sia bello. Ciononostante, credeteci o meno, andai mal volentieri perché già pregustavo un giorno intero di riposo dopo il tour. E invece no, ancora spettacoli.

Tuttavia, ligio al dovere, partii di buon mattino. Volo All Nippon Airways. Cartellone gigante con su scritto “Mr. Moretti” nonostante l’aeroporto fosse minuscolo e deserto (avessero a perdersi il gaijin). Trasporto in auto fino a Eigamura. Da solo chiuso in una casa tradizionale ad aspettare. Caffè in lattina, sigarette. Decisi di farmi un giro e devo dire che la città vale proprio una visita. Nonostante la pioggia, nonostante la luna storta, la città mi stregò. Se vi piacciono i film di samurai dovete visitarla almeno una volta. Ma torniamo a noi.

Intanto arrivarono alla spicciolata tutti i protagonisti della serata e finalmente scoprii anche il programma dello show. Un gruppo jazz. Il sottoscritto (!?!). Concerto per piano e ocarina(!?! O__o). Volendo sorvolare sull’eterogeneità (un eufemismo) della serata (ché lo sappiamo: i giapponesi sono di bocca buona), vi vorrei far notare che (questa è bella) alla fine ero io il più pertinente al luogo dove ci trovavamo: sarò anche italiano ma ero l’unico in kimono e l’unico rappresentante di un’arte tradizionale giapponese. Ma non finisce qui.

Alla domanda “Che farai sul palco?”, risposi con un sonoro “Boh. Improvviso.” mandando nel panico più totale il direttore artistico. Sapete, noi italiani siamo bravi a improvvisare, ma non ditelo mai così spudoratamente a un giapponese perché potrebbe mettervi nei guai.

E per l’appunto, mi procurò una chitarra, un millenote di canzoni tradizionali italiane (che Amaterasu solo sa dove lo trovò) e mi disse “Canta!” “Cosa?” “Torna a Surriento…Che sarà…insomma roba italiana…la conoscerai..che ne so…dopo l’ocarina sali sul palco, canti e poi fai qualcosa di kyogen…” Stavolta nel panico c’ero finito io.

Meno male che c’è il sake.

Su quel palco non ci salii mai. Entrai dalla platea. Il direttore artistico perse qualche anno di vita. Infastidii e presi in giro persone del pubblico, ché ai giapponesi piace tanto, presi posizione di fronte al palco e iniziai a cantare e suonare qualche cosa sbirciando gli accordi sul foglietto che avevo provato ad attaccare sul bordo della chitarra ma che al terzo do di petto volò via, rovinosamente. Feci un monologo kyogen. Fu un successone.

Il concertino jazz andò benissimo e ormai avevo instaurato un bel rapporto con i musicisti nei camerini. Furono tutti soddisfatti.

Alla fine della serata le persone dal pubblico mi fecero tantissimi regali. Mi chiamavano Hige Zamurai o Guitar Samurai (ironia della sorte, l’unico non giapponese chiamato samurai nella città dei samurai ^^). Una signora mi donò un antico ventaglio appartenuto alla sua famiglia (ve lo mostrerò presto). Un pittore sumi-e dipinse la mia caricatura che potete vedere qua sopra.

La sera tornammo al ryokan. Sushi, ofuro e tante risate. Il giorno dopo di ritorno a Tokyo.

Fu un’esperienza indimenticabile. Un giorno speciale in un luogo speciale.

Ah, poi non gli ho mai più chiesto dove diavolo prese il millenote. No, seriamente, eravamo in mezzo al nulla!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...